Fonseca programma l’estate, ma salta Zirkzee per il Milan

By Marco Rizzo -

Fonseca al Milan porterà anche nuovi giocatori. Il nuovo tecnico è ormai virtualmente rossonero e ha già programmato l’estate. Qualche dubbio sull’attaccante che potrebbe arrivare a Milano. 

Fonseca già al lavoro

Paulo Fonseca sarà annunciato come nuovo allenatore del Milan ma continua ad esserci qualche mistero sulla data del suo arrivo.

Fonseca diventerà il nuovo allenatore ma resta il dubbio sulla data ufficiale dell’annuncio, su quando sarà la sua prima conferenza stampa e su quando potrà iniziare a costruire il suo Milan.

Potrebbe volerci ancora un po’. Gli impegni sportivi – al rientro dalla trasferta australiana – sono ormai conclusi per il Milan e può cominciare la progettazione del nuovo percorso. Fonseca lo aspetta in Portogallo e non si sa ancora quando arriverà in Italia, a prescindere dagli impegni ufficiali. LEGGI QUI: Gli obiettivi del Milan

La firma del tecnico

Il primo passo – ovvero l’arrivo per la firma del suo contratto – dovrebbe arrivare intorno alla metà del mese, dopodiché sarà prevista la sua presentazione al pubblico. Sarà l’occasione per parlare di obiettivi e ambizioni, che per Fonseca sono le più alte: riportare il Milan in vetta alla classifica di Serie A.

Per fare questo – ed è l’opinione del tecnico – non serviranno grandi interventi durante la finestra estiva. La rosa è già ben strutturata, a parte la necessità di ingaggiare un top attaccante: ha scelto il Milan perché crede nella forza della squadra. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Addio Zirkzee

Le speranze del Milan di ingaggiare Joshua Zirkzee hanno subito un duro colpo a causa di un paio di fattori, tra cui il no di RedBird, e ora probabilmente il tecnico dovrà rivolgersi verso altri obiettivi.

L’edizione di questa mattina de La Gazzetta dello Sport ricorda come tutto sembrava andare a favore del Milan nella lotteria Zirkzee. Prima è stato confermato che ha una clausola rescissoria di 40 milioni di euro, cifra che sulla carta sarebbe alla portata dei rossoneri, poi il giocatore ha espresso la preferenza a restare in Italia piuttosto che andare in Premier League.

Kompany e il Bayern

Ma le sorprese sono arrivate all’ultima curva, quando il Bayern Monaco è rientrato in corsa e le commissioni richieste dall’agente del giocatore hanno rappresentato un ostacolo. La brusca frenata fa sì che la strada ora possa procedere in diverse direzioni.

Il primo segnale di stop è arrivato da Vincent Kompany, neo-allenatore del Bayern. L’ex difensore del Manchester City vuole riportare Zirkzee a Monaco, ed è stato allenatore di Joshua due anni fa all’Anderlecht, stagione in cui l’attaccante chiuse con 18 reti.

Altrettanto decisivo potrebbe essere il Bayern: è il club dove Zirkzee è cresciuto e la squadra con cui ha esordito in Champions League prima ancora che in Bundesliga. Tornerebbe in Germania per 25 milioni di euro perché i bavaresi hanno una clausola di rivendita del 40% che toglie quella cifra dalla sua clausola.

Tags AC Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici