Furlani e Moncada prendono il comando del Milan: chi sono e cosa aspettarsi

By Mario Labate -

L’addio di Maldini e Massara dal Milan porterà una vera e propria rivoluzione interna alla dirigenza con maggiori responsabilità operative per Giorgio Furlani e Geoffrey Moncada

L’addio di Maldini e Massara dal Milan, che sarà annunciato ufficialmente tra oggi e domani, porterà una vera e propria rivoluzione interna alla dirigenza con maggiori responsabilità operative per Giorgio Furlani e Geoffrey Moncada. Andiamo ad analizzare i loro profili:

Giorgio Furlani

Già presente nell’organigramma rossonero in qualità di amministratore delegato, Giorgio Furlani ha avuto un ruolo importantissimo nell’estenuante trattativa che ha portato al rinnovo di Rafael Leao con il Milan: il suo intervento ha infatti risolto la spinosa questione multa spingendo il Lille ad accollarsi tutti i 20 milioni di risarcimento da versare allo Sporting Lisbona.

Classe ’79, laureato alla Bocconi e in un Master in Business Administration ad Harvard, Furlani ha per dodici anni ricoperto il ruolo di portfolio manager di Eliott venendo nominato amministratore delegato sotto la gestione Red Bird dopo l’addio di Ivan Gazidis dello scorso dicembre. Da domani sarà lui ad agire con maggiore operatività sul mercato rossonero al fianco di un altro nome noto nelle stanze di Milanello: Geoffrey Moncada.

Geoffrey Moncada

Classe 1987, un passato da video-analyst in Francia, è salito alla ribalta per aver scoperto il 12enne Mbappé portandolo al Monaco. Da lì in avanti una crescita esponenziale che gli ha permesso a 29 anni di diventare capo-scout del club monegasco.

Dal primo dicembre 2018 ha ricoperto il medesimo ruolo al Milan dove ha portato, tra gli altri, anche Mike Maignan (prelevato per 15 milioni dal Lille) e Pierre Kalulu (480 mila euro), due protagonisti dello Scudetto vinto nella passata stagione.

Esperto sul mercato francofono (Francia e Belgio) oggi la sua rete di osservatori è in grado di coprire quasi tutta l’Europa e il Sud America.

Seguici