Milan, è l’ora dei piani L ed M: le ultime sulle operazioni Lukaku e Morata

By Mario Labate -

Il Milan ha sempre Zirkzee al centro del proprio progetto tecnico ma iniziano a prendere forma anche i piani L ed M rappresentati da Lukaku e Morata. 

Arriva luglio di qualsiasi anno è scontato come il caldo arriva l’accostamento di Alvaro Morata al Milan. Al contrario delle passate annate però questa volta è l’attaccante dell’Atletico ad aver chiesto di andare via.

Già nella scorsa sessione estiva il Milan aveva fatto più di un sondaggio per Morata intavolando una vera propria trattativa. Alla fine fu il centravanti spagnolo, convinto da Simeone, a restare Colchoneros nonostante l’interesse dei rossoneri.

Come riporta Sky Sport, il Milan ha riacceso in maniera concreta il suo interesse per Morata affascinato dalla clausola rescissoria presente nel suo contratto. Lo spagnolo potrà liberarsi dai Colchoneros infatti per soli 13 milioni di euro, una cifra bassissima per un giocatore della sua levatura.

Secondo Sky i rossoneri si sarebbero inoltre portati avanti raggiungendo un accordo di massima anche sullo stipendio che Morata andrà a percepire al Milan.

Italia o Spagna

La parola finale dunque ora spetta a Morata che dopo aver annunciato di voler lasciare l’Atletico dovrà però risedere al tavolo con Simeone per discutere il futuro. Come già avvenuto in passato non è escluso che il tecnico argentino possa convincerlo a restare con le giuste garanzie.

Il nome di Morata non è passato inosservato anche in Arabia, il giocatore ha già rifiutato però diverse offerte ribadendo  la propria volontà di restare in Europa. Tutto resta congelato al momento con il Milan che dovrà attendere la risposta definitiva di Morata, attualmente impegnato ad Euro 2024 con la Spagna.

L’ex Juventus sceglierà di tornare in Serie A o vorrà ancora giocarsi le proprie chance nella Liga? Ancora qualche settimana e avremo la risposta.

Le “grandi manovre” di Big Rom

Romelu Lukaku non ha ancora preso una decisione sul proprio futuro nonostante l’Europeo già concluso con il suo Belgio. Il centravanti ha come unica certezza il fatto che non resterà al Chelsea nella prossima stagione ma dovrà trovare qualcuno disposto ad accollarsi il suo oneroso ingaggio o decidere di abbassarselo definitivamente.

Sul fronte Blues filtra la netta convinzione che questa volta Lukaku non sarà ceduto in prestito (come fatto con Inter e Roma) ma solo a titolo definitivo. Il belga dunque dovrà decidere se fare tribuna a Londra continuando a guadagnare ottime cifre oppure giocare sempre altrove.

Il Milan non ha ancora aperto una vera e propria trattativa per Big Rom perché ancora legato al futuro di Zirkzee, vera prima scelta. Il piano L, nonostante l’ordine alfabetico viene dunque prima di quello Z (Zirkzee) ed M (Morata), ma resta un’alternativa anche se inesplorata.

Tags AC Milan
Seguici