Lukaku per un Milan al risparmio, Cardinale pone dei limiti

By Marco Rizzo -

Domani si aprirà ufficialmente la finestra di mercato e, anche se finora è stata relativamente tranquilla, si prevede che il Milan faccia qualche intervento, con Lukaku in pole position. Sia sul fronte degli ingressi che su quello delle uscite, visto che la dirigenza vuole dare a Paulo Fonseca la squadra che desidera.

A caccia di Lukaku

Il ruolo di numero 9 è una delle priorità principali e diversi giocatori sono stati accostati al club, tra cui Romelu Lukaku. È un nome che di certo non entusiasma i fan ma le voci persistono e i dialoghi vanno avanti. Armando Broja è un altro, anche se più da vice, e ha flirtato con il Milan e soprattutto con Zlatan Ibrahimovic in un’intervista recente. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Lukaku è un’opzione

Romelu Lukaku è finito nel mirino del Milan, che sta cercando un attaccante che sostituisca Olivier Giroud. I rossoneri potrebbero essere aiutati nella loro ricerca da una partenza.

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport ha fatto il punto della situazione. Origi è tornato da un prestito deludente al Nottingham Forrest , molto simile alla stagione 2022-23 con il Milan, e ora è in programma un’uscita definitiva. LEGGI QUI: Centrocampo da rifare, parte Bennacer

C’è interesse per la Turchia e ora tocca al giocatore decidere, con il Milan disposto a lasciarlo andare. In totale, però, i rossoneri risparmierebbero oltre 10 milioni a fronte di un ingaggio di 5,24 milioni lordi e questo potrebbe aiutarli sul mercato.

Come continua il quotidiano, Origi potrebbe “aiutare” il Milan nell’inseguimento del connazionale Lukaku, potendo contare su un budget maggiore da utilizzare. (CONTINUA DOPO LA FOTO)

Il tempismo è fondamentale

Lukaku è attualmente agli Europei con il Belgio e, sebbene il torneo sia entrato nella fase a eliminazione diretta, questo influenzerà inevitabilmente le trattative per il Milan. Infatti, vorrebbero consegnare il numero 9 a Paulo Fonseca il più rapidamente possibile e questo potrebbe essere difficile con Lukaku.

Non solo per gli Europei, ma anche perché il Chelsea è contrario a lasciarlo andare con una formula di prestito, così come stanno le cose. Anche il Napoli ha espresso il suo interesse per il giocatore, con Antonio Conte che spinge per il trasferimento, e questo potrebbe rendere le trattative lunghe.

Il cartellino del prezzo è stato fissato a 25-30 milioni di euro dal Chelsea ed è una cifra che resta alla portata, mentre altri obiettivi sarebbero significativamente più costosi. D’altra parte, tuttavia un’altra opzione sarebbe però più giovane di Lukaku, che ha 31 anni.

Lo stipendio potrebbe essere un ostacolo

Oltre alle tempistiche dell’eventuale operazione, è chiaro che l’ingaggio potrebbe rappresentare un problema per il Milan. Lukaku ha guadagnato 7,5 milioni di euro netti alla Roma la scorsa stagione e questo è più alto dello stipendio di Rafael Leao.

Resta da vedere se Lukaku sarà disposto ad abbassarsi l’ingaggio, soprattutto con in corsa anche il Napoli (probabilmente offrirà più del Milan). Al posto del belga, come aggiunge il quotidiano, i rossoneri potrebbero rivolgersi all’attaccante della Roma Tammy Abraham, che piace a Fonseca. Detto questo, il Milan monitora la situazione e presto dovrebbe essere presa una decisione sulla corsa al numero 9.

Tags AC Milan
Seguici