Martina Piemonte dice addio al Milan: “Ho dovuto fare una scelta dolorosa”

By Mario Labate -

Martina Piemonte dice addio al Milan, ecco la sua lettera aperta ai tifosi e alla società nella quale ha giocato fino alla stagione appena trascorsa

Martina Piemonte dice addio al Milan, ecco la sua lettera aperta ai tifosi e alla società nella quale ha giocato fino alla stagione appena trascorsa: “Sono stata accolta a braccia aperte da uno dei club più importanti d’Italia, che per la sua storicità, mi ha sempre affascinata. L’arrivo al Milan è stata una rinascita, sotto tutti i punti di vista. Fin dal primo momento ho avuto l’opportunità di poter dimostrare in campo, finalmente, tutto quello che avrei voluto fare da anni e quello per cui lavoro giorno dopo giorno, portando, partita dopo partita, i risultati tanto attesi, dando l’anima, senza risparmiarmi mai”.

Ho dovuto fare una scelta

“Per l’ennesima volta, tuttavia, mi sono ritrovata a dover fare una scelta, quella di non rinnovare con questo Club che tanto mi ha dato come crescita su ogni piano. Scelta dettata, con dispiacere, da circostanze che non sono dipese esclusivamente dal mio volere; perché avrei voluto dare continuità al lavoro che stavamo svolgendo, sia sul piano individuale, che collettivo, per raggiungere quegli obbiettivi che il Milan merita, e questo me ne dispiace”.

Contano i fatti

“Con il tempo ho imparato che i fatti contano più di ogni altra cosa, e chi mi conosce sa quanto io sia una persona profonda e piena di valori. Uno dei pregi migliori che io possa mai avere é quello di non arrendermi mai, di aver quel fuoco dentro che mi spinge sempre di più a fare nuove esperienze per provare a migliorarmi sempre, senza paura di niente e nessuno”.

Voglia di mettersi in gioco

“Quella fame di mettermi in gioco con una sana competizione, quella che mi fa crescere e che mi rende una giocatrice migliore per il raggiungimento dei miei obbiettivi, nonostante tutte le difficoltà che ci possano essere, non l’ho persa mai, neanche quando, con amarezza, ho dovuto prendere questa decisione”.

Grazie speciale

“Un grazie speciale va alle mie compagne di squadra e ai tifosi che mi hanno sempre sostenuta fino all’ultimo, allo staff e a tutte le persone che dietro le quinte hanno collaborato ogni giorno per portarmi ad essere una giocatrice migliore, sia professionalmente che umanamente. Un grazie a chi sa di avermi dato qualcosa di suo”.

Seguici