Giovani, scouting e dati: il nuovo modo che il Milan avrà di operare sul mercato

By Mario Labate -

La decisione di Cardinale e Furlani di eliminare dalla nomenclatura dirigenziale i nomi di Maldini e Massara era già stata analizzata lungamente nei mesi scorsi: ecco come cambierà ora il “modus operandi” del Milan

Come abbiamo scritto in esclusiva nelle scorse settimane, la decisione di Cardinale e Furlani di eliminare dalla nomenclatura dirigenziale i nomi di Maldini e Massara era già stata analizzata lungamente nei mesi scorsi.

Tanti i motivi che hanno portato alla rottura che è maturata nel tempo e anche grazie alle analisi compiute dalla proprietà soprattutto nel valutare il mercato precedente. Adesso però ilanNews scrive che erano già iniziate le discussioni tra Maldini e Massara per quanto riguarda il calciomercato estivo e c’erano alcuni obiettivi sui quali era iniziato il lavoro.

Ora però il mercato estivo è alle porte e non sarà possibile perdere tempo dovendo dare anche una risposta chiara ai tifosi che, come scritto ieri dalla Curva Sud, si aspettano il salto di qualità.

La nuova dirigenza

A prendere le redini del Milan ora sarà Giorgio Furlani, attuale amministratore delegato, che avrà un ruolo di primo piano per quanto concerne il mercato in entrata e in uscita; a fargli da spalla ci sarà invece l’attuale capo-scouting Geoffrey Moncada che ricoprirà di fatto il ruolo di direttore sportivo.

Sempre giovani

Anche il “moudus operandi” del Milan cambierà allineandosi a quelle che sono le idee di Gerry Cardinale: Il Milan cambierà modo di operare e avrà un modus operandi più in linea con le idee di Cardinale: per prima cosa continuare a puntare sui giovani talenti che possono accrescere il valore sportivo ma anche economico del club; in secondo luogo, come presupposto per le politiche giovanili, verrà incrementato il processo di scouting già molto attivo nelle ultime stagioni e che sarà ancora più centrale nella scelta dei profili su cui puntare.

Approccio scientifico

Terzo ma non secondario elemento sarà invece l’analisi e raccolta dei dati: l’ingresso al Milan di Billy Beane, che nei primi anni 2000 rivoluzionò con il suo algoritmo sulle statistiche il mondo del baseball, porterà un approccio quasi matematico e scientifico nel selezionare il profilo ideale da scegliere in sede di calciomercato.

Seguici