Mai più i Donnarumma e Calhanoglu, cambia il Milan delle ‘scadenze’

By Marco Rizzo -

Nel recente passato del Milan ci sono stati diversi smacchi. Soprattutto per quanto riguarda i rinnovi contrattuali che hanno portato diversi danni economici alle case societarie rossonere, come Donnarumma e Calhanoglu

La questione rinnovi

Nel recente passato del Milan ci sono stati diversi smacchi. Soprattutto per quanto riguarda i rinnovi contrattuali che hanno portato diversi danni economici alle case societarie rossonere: basti pensare alla fuga di Donnarumma, un portiere che avrebbe potuto portare circa un centinaio di milioni di euro al Milan.

I fantasmi del passato

Quello di Donnarumma non è stato un caso isolato. Negli archivi finiscono anche Alessio Romagnoli (poi alla Lazio a costo zero), Frank Kessie (fresco campione di Spagna con il Barcellona) e Hakan Calhanoglu (all’Inter tra mille controversie e polemiche). Con Leao il Milan vuole dare una svolta alla questione.

La clausola cambia tutto

Il portoghese ha un valore che si aggira intorno agli 80 milioni di euro e una serie di richieste dalla Premier League, a partire dal Chelsea. Ora, in caso di cessione, il Milan incasserà 175 milioni di euro, una cifra che potrebbe rivoluzionare il mercato rossonero.

Seguici