Verso Milan-Atalanta: le curiosità sul match

By Dario Bombelli -

Verso Milan-Atalanta, le curiosità. Le statistiche rossonere in vista della sfida di San Siro contro i bergamaschi

Il febbraio del Milan si chiude come si era aperto, con un big match importante per la classifica: a San Siro la squadra di Pioli attende l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, un incrocio che nelle ultime stagioni ha rappresentato un crocevia importante del cammino rossonero. Nell’attesa dell’appuntamento valido per la 24ª giornata di Serie A, ecco alcune curiosità e statistiche sulla sfida contro gli orobici.

FATTORE “X”
Poco più di una partita su tre di Serie A tra Milan e Atalanta è terminata in pareggio (44, su 123 precedenti), ma è dal 2016/17 che entrambe le sfide di una singola stagione tra rossoneri e orobici non si concludono in parità. La squadra di Pioli è rimasta imbattuta negli ultimi quattro incontri contro i prossimi avversari: è la striscia più lunga dalle sei gare disputate tra il 2008 e il 2012.

MOMENTI A CONFRONTO
I rossoneri vengono da tre vittorie consecutive per 1-0 e cercano il primo poker di successi di fila di questa stagione. Il Milan, inoltre, non vince quattro partite di seguito senza subire gol dal febbraio 2018: allora furono cinque, tre in Serie A e due in Europa League. Diverso il momento dell’Atalanta, che ha perso tre delle ultime quattro partite giocate tra tutte le competizioni dopo essere rimasta imbattuta nelle prime sei sfide (quattro successi e due pareggi) del 2023. Gli orobici restano comunque un avversario molto temibile, anche perché sono la seconda squadra del campionato per punti raccolti in trasferta (24 in 12 partite).

PUNTI IN COMUNE
Sono diverse le affinità statistiche tra Milan e Atalanta, a cominciare dai gol segnati nel secondo tempo: rispettivamente 23 e 24, il terzo e secondo dato di questa Serie A. I nerazzurri sono la squadra che ha mandato più giocatori in rete in questo campionato (17), ma i rossoneri seguono a distanza ravvicinata (14, sono terzi in questa classifica). La squadra di Pioli è quella che ha effettuato più attacchi diretti finora in Serie A (62, davanti proprio ai 55 della compagine di Gasperini). Milan e Atalanta sono pure due delle squadre ad aver subito più reti su sviluppo di calcio d’angolo (5 a testa) e ad averne segnate di meno nella stessa situazione di gioco (2 per entrambe).

LA NUOVA DIFESA ROSSONERA
Nelle ultime quattro partite disputate con la difesa a tre – utilizzata dall’Atalanta come dalle ultime tre avversarie dei rossoneri – il Milan sta viaggiando a una media di Expected Goals concessi di 0.7 rispetto all’1.2 dei primi 28 incontri stagionali. Ancora migliore il dato della media gol subiti, 0.3 contro 1.4; uno dei protagonisti di questa novità è Malick Thiaw, che a febbraio 2023 è uno dei due difensori della Serie A – al pari di Kim Min-Jae del Napoli – che somma più duelli aerei vinti (11) e respinte difensive di testa (10) in campionato.

IL DUELLO IN PANCHINA
Stefano Pioli ha tradizione positiva nei confronti di Gian Piero Gasperini: di 19 precedenti in campionato l’allenatore rossonero ne ha vinti ben 9 (5 pareggi e 5 sconfitte), il dato migliore contro gli altri allenatori presenti nel massimo campionato. Le squadre di Pioli, inoltre, hanno segnato 38 gol contro l’Atalanta in Serie A, più che a qualsiasi altra avversaria. 27 i precedenti di Gasperini contro il Milan, con un bilancio in equilibrio: 10 vittorie rossonere, 9 pareggi e 8 successi delle squadre dell’odierno tecnico atalantino.

Fonte: acmilan.com

Seguici